Stasera mi butto (Rai 2, 1990)

Stasera mi butto (Rai 2, 1990)

Gennaio 30, 2017 0 Di Raffaella Ponzo
20
fb-share-icon20

Stasera mi butto è stato un programma televisivo di Rai 2, andato in onda per tre stagioni consecutive nelle estati 1990, 1991 e 1992 e di cui fu fatta una riedizione, andata in onda il martedì su Rai 1 nell’estate del 2007.

Conduttori del programma sono stati: Gigi Sabani (1ª edizione), Pippo Franco e Heather Parisi (2ª edizione), Toto Cutugno e Giorgio Faletti (3ª edizione) e Caterina Balivo e Biagio Izzo (4ª edizione).

Il programma

La trasmissione “originale” andava in onda dal “Bandiera Gialla” di Rimini, mentre nel 2007 furono scelte alcune località attorno al Lago di Garda. La formula del programma prevedeva una gara tra aspiranti volti nuovi per il mondo dello spettacolo e, in particolare, una gara tra imitatori (e comici nella 4ª edizione), tanto da essere definito da Gigi Sabani come il “campionato nazionale degli imitatori”.

Il titolo del programma si ispira chiaramente all’omonima canzone di Rocky Roberts, usata come sigla della trasmissione (cover di T-Bird) e all’omonimo film. Tra i personaggi lanciati dalla trasmissione, figurano Giorgio Panariello, Neri Marcorè, Max Giusti, Emanuela Aureli, Alessandro Greco, Carlo Frisi, Battaglia e Miseferi e tanti altri.

La prima puntata in assoluto del programma andò in onda il 13 luglio 1990. Alla regia si avvicendarono Pier Francesco Pingitore che diresse le prime due edizioni, Michele Mirabella che diresse la terza, mentre a Roberto Cenci fu affidata la regia della quarta.

Le edizioni

Prima edizione (1990)

La prima edizione andò in onda in 10 puntate dal 13 luglio al 14 settembre 1990. L’edizione fu condotta da uno che dell’imitazione faceva la propria professione da oltre una decina d’anni, ovvero Gigi Sabani (1952-2007). e vedeva la presenza fissa dell’attrice comica Cinzia Leone. Il regista era invece Pier Francesco Pingitore, mentre gli autori erano, oltre allo stesso Pingitore, Alfredo Cerruti, Ugo Porcelli e Arnaldo Santoro. L’edizione fu vinta da Carlo Frisi, divenuto in seguito uno degli imitatori de Il Bagaglino. Battaglia e Miseferi arrivarono quarti (erano arrivati terzi ex aequo con Lino Barbieri e persero lo spareggio) e furono subito ingaggiati da Pingitore per Il Bagaglino. Il programma lanciò molti personaggi in seguito diventati famosi tra cui, un giovanissimo Max Giusti, Gianna Martorella, Manlio Dovì, Gianni Fantoni, Graziano Salvadori, Niki Giustini, Lino Barbieri e Neri Marcorè.

20
fb-share-icon20